verifichefinanziamenti.it > Giurisprudenza > Trasparenza Contrattuale > LA TUTELA DEL CONSUMATORE DEVE ESSERE EFFETTIVA

Pubblicato il 15 luglio 2020

LA TUTELA DEL CONSUMATORE DEVE ESSERE EFFETTIVA

Corte di Giustizia Europea sent. sesta sezione del 4 giugno 2020

Segnalazione e commento a cura dell’Avv. Mario Manzo del foro di Salerno

L’interesse alla protezione dei Consumatori è PUBBLICO – La Tutela Giurisdizionale del Consumatore deve essere EFFETTIVA al fine di garantire il rispetto dei diritti conferiti dalla Direttiva 93/13 . E’ compito del Giudice nazionale ovviare allo SQUILIBRIO tra professionista e Consumatore e si tratta di un obbligo

DAI VALORE AL TUO TEMPO!

Registrati e potrai:
– provare i software gratuitamente
– ricevere aggiornamenti giurisprudenziali
– ricevere promo sui software ed eventi formativi

La Corte di Giustizia Europea nella pronuncia in commento ha sottolineato la natura e l’importanza dell’interesse pubblico costituito dalla tutela dei consumatori, che si trovano in una posizione di inferiorità nei confronti dei professionisti per quanto riguarda sia il potere nelle trattative che il grado di informazione, situazione che induce ad aderire alle condizioni predisposte unilateralmente dal professionista senza poter incidere sul contenuto delle stesse.

In tale senso, la Corte ha statuito che la tutela che la direttiva 93/13 conferisce ai consumatori si estende ai casi in cui il consumatore che abbia stipulato con un professionista un contratto contenente una clausola abusiva si astenga dall’invocare da un lato, il fatto che tale contratto rientra nell’ambito di applicazione di tale direttiva e, dall’altro, la natura abusiva della clausola in questione perché ignora i suoi diritti o perché viene dissuaso dal farli valere a causa delle spese che un’azione giudiziaria comporterebbe.

Con riferimento alla tutela giurisdizionale effettiva, qualora si ponga una questione in merito ad una norma procedurale nazionale che renda impossibile o eccessivamente gravosa l’applicazione del diritto dell’Unione, tale questione deve essere esaminata tenendo conto del ruolo di detta norma nell’insieme del procedimento, dello svolgimento e delle peculiarità dello stesso dinanzi ai vari organi giurisdizionali nazionali.

Al fine di garantire la tutela voluta dalla direttiva in questione, la Corte ha sottolineato che la situazione di disuguaglianza tra il consumatore e il professionista può essere riequilibrata solo mediante un intervento positivo da parte di soggetti estranei al rapporto contrattuale. Dunque, per giurisprudenza costante, il Giudice nazionale è tenuto ad esaminare d’ufficio, il carattere abusivo di una clausola contrattuale rientrante nell’ambito dio applicazione della direttiva 93/13 ovviando allo squilibrio esistente tra  il consumatore e il professionista.

I NOSTRI SOFTWARE



Sub-domains

Your Text

Your Text

Your Text

Analisi e riconteggio conti correnti sull'elenco dei soli estratti scalari.

Analisi e riconteggio conti correnti sull'elenco dei movimenti giornalieri o sui soli estratti scalari

Analisi e riconteggio su mutui e finanziamenti a rimborso graduale. Supportati ITALIANO, FRANCESE, TEDESCO ecc..

Determina la condizione di sovraindebitamento, la soddisfazione dei creditori e formalizza la proposta.

Analisi e riconteggio mutui con il piano di ammortamento alla francese con il regime di interessi semplice e composto