Articoli

L’interesse di mora deve necessariamente essere considerato ai fini del superamento del tasso soglia.

SE IL TASSO DI MORA FISSATO IN UN MUTUO SUPERA IL TASSO SOGLIA VIGENTE AL MOMENTO DELLA STIPULA, NESSUN INTERESSE E’ DOVUTO

SE IL TASSO DI MORA SUPERA IL TASSO SOGLIA ALLORA NON SONO DOVUTI INTERESSI, NÈ CORRISPETTIVI, NÈ MORATORI

LA NULLITA’ DELLA CLAUSOLA RELATIVA AGLI INTERESSI DI MORA PER SUPERAMENTO DEL TASSO SOGLIA USURA, SI ESTENDE ANCHE AGLI INTERESSI CORRISPETTIVI

La clausola di salvaguardia inserita in un contratto di mutuo con riferimento al tasso di mora non può aggirare una norma di carattere imperativo