Tribunale di Teramo, sent. N. 270 del 22 marzo 2017, Est. Avancini

Secondo la giurisprudenza della suprema Corte, il requisito della forma scritta in un contratto di apertura di credito in conto corrente per l’applicazione degli interessi superiori alla misura legale (art.1284 c.c.), deve essere soddisfatto a pena di nullità.
“(…) alla luce di tali orientamenti giurisprudenziali, cui questo giudicante ritiene di dover prestare adesione la clausola di pattuizione degli interessi deve ritenersi nulla, anche in considerazione del fatto che dalla clausola in esame, non può in alcun modo evincersi a quali accordi bancari le parti intendessero fare riferimento nella determinazione del tasso di interesse ultra-legale.”

Summary
Tribunale di Teramo, sent. N. 270 del 22 marzo 2017, Est. Avancini
Article Name
Tribunale di Teramo, sent. N. 270 del 22 marzo 2017, Est. Avancini
Description
Secondo la giurisprudenza della suprema Corte, il requisito della forma scritta in un contratto di apertura di credito in conto corrente per l’applicazione degli interessi superiori alla misura legale (art.1284 c.c.), deve essere soddisfatto a pena di nullità. “(...) alla luce di tali orientamenti giurisprudenziali, cui questo giudicante ritiene di dover prestare adesione la clausola di pattuizione degli interessi deve ritenersi nulla, anche in considerazione del fatto che dalla clausola in esame, non può in alcun modo evincersi a quali accordi bancari le parti intendessero fare riferimento nella determinazione del tasso di interesse ultra-legale.”
Author
Publisher Name
verifichefinanziamenti.it
Publisher Logo