Sentenza della Corte Europea: è potenzialmente nullo il contratto di mutuo espresso in valuta estera E' vessatoria la clausola che prevede il rimborso del mutuo in valuta diversa da quella della nazione di appartenenza del debitore per violazione dell'art. 4 della direttiva 93/13

«Rinvio pregiudiziale – Tutela dei consumatori – Direttiva 93/13/CEE – Clausole abusive nei contratti stipulati con i consumatori – Articolo 3, paragrafo 1, e articolo 4, paragrafo 2 – Valutazione del carattere abusivo delle clausole contrattuali – Contratto di credito concluso in un...

Tribunale di Roma ord. N._ del 3 gennaio 2017, Est. Cerenzia

I contenuti contrattuali che contravvengano ai principi di trasparenza, pubblicità e chiarezza di cui agli art.li 115 e 116 del TUB, nonché quelli degli art.li 33 e seguenti del codice del consumo determinano le nullità delle clausole contrattuali ad esse non confacenti. “(…) le violazioni...